sabato 10 maggio 2008

go go bambina


ho letto questo manga qualche giorno fa...

la storia è sicuramente divertente: uno sfigatissimo otaku è il capo di una massa di debosciati e sfigati in amore.

Un giorno colto da insostenibile depressione scoppia a piangere poichè ha colto sul fatto al sua amata-alla quale ovviamente non è mai riuscito a dichiarasi!!- insieme ad un famoso latin lover della scuola che frequenta. mentre si dispera gli compare davanti in carne e ossa una bellissima ragazza che si rivela essere una dea dell'amore. Da qui la confusione più totale: la vita dell'otaku si sconvolge completamente!!

8 commenti:

niachan ha detto...

Sono contenta che ti sia piaciuto! Mi ripaga della faticaccia che ho fatto a tradurlo, visto che è tutto in slang e linguaggio giovanile!^^
Mi raccomando, continua a seguirlo... ;-)

strawberry ha detto...

che lavoro meraviglioso!!!!

Anonimo ha detto...

domanda: ma perchè i protagonisti dei manga sono sempre degli studenti? i giapponesi non sono interessati a leggere (e scrivere) storie di altre categorie sociali?
ad esempio kira o L potevano pure essere delle casalinghe ultra intelligenti, no?
s.

niachan ha detto...

Mi permetto di rispondere a s., posso? In realtà, in Giappone esistono manga che affrontano i temi più svariati, con protagonisti di tutte le età e di tutte le categorie sociali (infatti il target di lettori di manga, in Giappone, è molto vasto). Purtroppo quelli che arrivano in traduzione qui in Italia sono solo una piccola parte e molto spesso sono storie studentesche, perché è un genere che piace al target dei lettori/lettrici italiani/e di manga. Altri tipi di storie, semplicemente, venderebbero molto meno. E quindi non vengono pubblicate, anche se a ben cercare qualche titolo c'è anche qui.
Fine dell'intrusione non richiesta!^^

bunny ha detto...

In realtà anche i temi mi sembrano cose trite eritrite...questo in particolare mi ricorda molto Video Girl Ai...

Poi magari è solo l'inizio e la storia si dipanerà sicuramente in altre direzioni...

Complimenti anche al lavoro di Niachan!

B.

Giochan ha detto...

Ben detto Niachan!

Gli esempi che mi vengono in mente tra i tanti sono i manga di Ryoichi Ikegami come Sanctuary e Crying Freeman ( a chi piace il genere poliziesco oppure quello d'azione ), oppure per chi ama gli shoujo ci sono alcune storie di Chiho Saito, e HatarakiMan ( in Italia Tokyo style...>_< ) della Anno parla della vita di una office-lady.Tempo fa uscì una raccolta di storie brevi intitolata 'Fà come ti pare' (Katte Ni Shiyagare)di Keiko Konno e non si parlava solo di studenti.
Anche City Hunter non ha come
protagonista uno studente!^___^

Qualcosina c'é S. pure da noi!
^__^

Anonimo ha detto...

grazie per le risposte!
strawberry, scusa per l'ivasione del blog.
s.

strawberry ha detto...

^_^ no problem ho imparato anche io cose nuove ^_^